Ho letto e accetto la privacy policy

Seguici su:       

eurofishmarket - magazine & books






Il punto di riferimento per i professionisti che si interessano di prodotti ittici.

Entra

Le pubblicazioni di Eurofishmarket.


Entra

Soluzioni e risposte dal mondo dei prodotti ittici.

Entra

In Primo Piano


Webinar 12 giugno 2019: Utilizzo degli additivi nei prodotti ittici

foto articolo Eurofishmarket in collaborazione con ConsUP ha in programma nuovi webinar da poter seguire in diretta comodamente e da dove più si desidera.
Il secondo Webinar in programma è previsto per mercoledì 12 giugno 2019, ore 14.30 dal titolo: Utilizzo degli additivi nei prodotti ittici.
Durata: 45 min. (35 min. webinar + 10 min. dedicati alle domande finali degli utenti)
Capienza aula virtuale: max n.10 utenti
Contenuti webinar: Aggiornamento dedicato ad un riepilogo della legislazione che disciplina l’utilizzo degli additivi nei prodotti ittici, quali le sanzioni a seconda dell’infrazione ma soprattutto all’esposizione di casi pratici, ultime indagini e principali criticità rilevate su tutto il mercato nazionale ed europeo.
E' richiesta prenotazione fino ad esaurimento posti.
Per ricevere maggiori info su costo, iscrizioni e modalità di svolgimento webinar contattateci presso: segreteria@eurofishmarket.it



A Tipicità in Blu il lancio di Baby Fish

foto articolo Nel bellissimo contesto della Mole Vanvitelliana di Ancona si è aperta la quinta edizione di “Tipicità in Blu” che quest'anno ha come tema “Dove il mare incontra le persone” e, aggiungiamo noi, fa sistema perché senza il gioco di squadra per la nostra piccola media impresa anche nel settore ittico è difficile arrivare da qualsiasi parte.
Tutti i relatori hanno confermato questa volontà e hanno sintetizzato i progetti in atto per raggiungere questo obbiettivo.
Angelo Serri, direttore di "Tipicità", ha sottolineato la dimensione di crescita blu (blue growth) del capoluogo in quanto punto di riferimento e d'incontro tra i settori marittimi: dal comparto pesce nel suo complesso, compresa la peculiare gastronomia marinara, alla corretta gestione del mare, dalla cantieristica alle relazioni internazionali tra le due sponde dell’Adriatico, dagli sport nautici alla crocieristica, ecc.
Pierpaolo Sediari, vicesindaco del Comune di Ancona, ente promotore dell'evento, ha confermato la volontà di andare avanti su tutto quanto suddetto ribadendo l'importanza della collaborazione tra enti pubblici e privati.
Gino Sabatini, presidente della Camera di Commercio delle Marche, eletto nei giorni scorsi in Montenegro presidente del Forum delle Camere di Commercio dell'Adriatico e dello Ionio, dichiara di puntare a sviluppare la dimensione produttiva all'interno di questo contesto di "Tipicità in blu": “Blue economy non è solo una parola, ma identifica un mondo e un complesso di attività di grande peso economico che va portato a regime e che va nella direzione di creare sempre maggiori opportunità di lavoro”.
E sempre per tornare all'importanza della rete, la conferenza stampa è stata anche l'occasione per Valentina Tepedino, direttrice di Eurofishmarket, di raccontare la bellissima storia di Sara Benigni, imprenditrice marchigiana che collaborando al progetto "Pappa Fish" ha poi avuto l'intuizione di realizzare un prodotto pronto a cuocere ideale per i bambini e le loro famiglie.
La Benigni ha infatti creato, collaborando con imprese di varie regioni e specialisti tra i quali quelli di Eurofishmarket, il marchio “Baby Fish”, una linea realizzata interamente con i prodotti ittici del Mare Mediterraneo che grazie a "COOP Alleanza 3.0" saranno distribuiti a partire dalla prossima settimana in tutti i punti vendita COOP della regione Marche e dell’Abruzzo.
Ringraziamo il Presidente Luigi Giampaoletti, Membro Consulta Sociale e Presidente Soci Zona Ancona presso Coop Alleanza 3.0, e tutto il suo staff che in conferenza stampa hanno annunciato il loro impegno su tutto il territorio per la realizzazione di una grande opportunità per la pesca e l'impresa ittica italiana e per il consumatore.
Di seguito il programma completo dell'evento “ Tipicità in Blu” al quale siete invitati tutti a partecipare…

» Scarica il programma



Cibo a Regola d’Arte, l’Orto delle Idee e il pesce del futuro

foto articolo Torna “Cibo a Regola d’Arte”, il grande evento del "Corriere della Sera" dedicato al mondo della cucina con quattro giorni di dibattiti, performance e discussioni in cui il cibo diventa lo strumento per raccontare la nostra cultura.
Con l'obiettivo di fare informazione e divulgazione, perché l'alimentazione, e quello che le sta intorno, riguarda tutti noi.
E allora quale luogo migliore per coltivare le idee di un “Orto” per cercare gli spunti per il cibo del Futuro.
Ce lo diranno scienziati e scienziate, chef, filosofi e filosofe, innovatori e innovatrici alternandosi sulla pedana delle idee, in un flusso continuo di pensiero, tra relatrici e relatori.
Se, come diceva il filosofo Feuerbach, l'uomo e la donna sono quello che mangiano, partiamo da qui per esplorare qualcosa del nostro domani.
Tra i relatori, Valentina Tepedino del periodico Eurofishmarket, parlerà di prodotti ittici del futuro tra innovazione, sostenibilità e benessere nel settore della pesca e dell'acquacoltura.
Vi invitiamo e vi aspettiamo numerosi presso la "Fabbrica del Vapore" a Milano dal 16 al 19 maggio.

» Vai al programma dell’Orto delle Idee
» Cibo a Regola d’Arte



Webinar 15 maggio 2019: Tracciabilità e rintracciabilità dei prodotti ittici

foto articolo Eurofishmarket in collaborazione con ConsUP ha in programma nuovi webinar da poter seguire in diretta comodamente e da dove più si desidera.
Il primo Webinar è previsto per mercoledì 15 maggio 2019, ore 14.30 dal titolo: Tracciabilità e rintracciabilità dei prodotti ittici.
Durata: 45 min. (35 min. webinar + 10 min. dedicati alle domande finali degli utenti)
Capienza aula virtuale: max n.10 utenti
Contenuti webinar: Sei sicuro di adempiere in modo corretto a tutti gli obblighi di tracciabilità?
Sia quelli imposti dalla normativa igienico sanitaria che quelli in materia di pesca? Analizzeremo in modo semplificato quali informazioni trasferire all'operatore successivo ai sensi non solo del Reg. CE 178/2002, ma anche del Reg. CE 1224/2009 (e suo esecutivo) e su quali supporti o attraverso quali mezzi per non essere sanzionabili.
E' richiesta prenotazione fino ad esaurimento posti.
Per ricevere maggiori info su costo, iscrizioni e modalità di svolgimento webinar contattateci presso: segreteria@eurofishmarket.it



Scegliere e consumare il pesce in modo consapevole: regole e consigli

foto articolo Lunedì 13 maggio 2019, presso l'aula Magna dell'Istituto Alberghiero "Einstein Nebbi" di Loreto, si parla di prodotti ittici.
Partner e promotori del progetto: MOICA (Movimento Italiano Casalinghe) rappresentato da MOICA Marche, Eurofishmarket Srl (azienda leader in Italia per la ricerca, consulenza, formazione e informazione nel settore ittico), l'Istituto Alberghiero Einstein Nebbi e l'azienda San Benedetto con il suo nuovo marchio “BabyFish”.
L'incontro è l'occasione per mostrare ai partecipanti tutte le informazioni obbligatorie che devono essere indicate in etichetta ma anche per fornire indicazioni utili a scegliere e consumare in modo più consapevole i prodotti ittici.
Verrà dato molto spazio a domande e richieste di approfondimento da parte dei partecipanti.

» Scarica il programma



Seafood Expo Global 2019

foto articolo Si è da poco conclusa l'edizione del 2019 del Seafood Expo Global di Brussels ed Eurofishmarket vi riporta le prime considerazioni emerse dalla propria partecipazione all'evento.
Tra i Paesi esportatori più presenti anche in termini di spazio espositivo troviamo sicuramente la Cina e la Russia.
Continua inoltre la crescita di marchi di certificazione privata soprattutto sulla sostenibilità ma non si vedono prodotti ittici particolarmente innovativi, piuttosto nuove specie ittiche soprattutto dall'oriente e dalla Russia.
Per quanto riguarda il padiglione italiano, segnaliamo l'OP Fasolari che ha presentato, a Seafood Expo Global, i fasolari "ready to cook" e "ready to eat" in in progetto sostenuto dal MIPAAFT e realizzato in collaborazione con l'Università di Parma al fine di comprenderne l'interesse sul mercato internazionale e soprattutto il target di destinazione.
E sempre per l'Italia, Eurofishmarket, ha effettuato una micro indagine al fine di verificare l'interesse per impanati a base di pesce nazionale dedicati alle famiglie, da poco in produzione in Italia con il marchio "Baby Fish".
Inoltre segnaliamo il progetto emiliano romagnolo "EcoPesce" promosso dall'Associazione Chef to Chef e altri partner per valorizzare i pesci tipici dell'Adriatico, le specie ittiche meno conosciute puntando all'assenza di additivi per la conservazione.
E proprio quest'ultimo a nostro parere è il tema ittico del momento: riuscire a creare un mercato ittico più trasparente e verificato per quanto riguarda la qualità del prodotto per abbattere la concorrenza sleale e dare la possibilità al consumatore di acquistare pesce in modo più consapevole.
Anche quest'anno a Seafood Expo Global ci siamo confrontati con molti produttori e distributori su questo tema e anche sulla disinformazione a livello internazionale sull'acquacoltura che fatica ad essere accettata socialmente nonostante rappresenti oltre il 50 % dei consumi ittici a livello mondiale.
La FAO ed alcuni enti di riferimento istituzionale norvegese, italiano, ecc., si stanno muovendo per promuovere la creazione di piattaforme autorevoli e referenziate per fornire corrette informazioni ai Media e consumatori interessati onde evitare allarmismi ma soprattutto allo scopo di informare correttamente in merito.
Volete saperne di più? Scriveteci ad info@eurofishmarket.it



Pinneggiando nei mari italiani

foto articolo Per gli amanti del mare e di tutti i suoi abitanti, Eurofishmarket suggerisce il volume “Pinneggiando nei mari italiani” nato dalla passione degli autori Marco Bertolino e Maria Paola Ferranti per il mare e dalla volontà di far conoscere le meraviglie presenti nei mari italiani, in modo da aumentare la conoscenza e la sensibilità di tutti.
In questo volume sono descritte oltre 650 specie, dalle alghe ai mammiferi.
L'atlante si apre con un'introduzione relativa ai principali ambienti presenti lungo 7500 Km di coste, dalla superficie alle maggiori profondità, scoprendo l'alternanza di aree sabbiose, ciottolose e rocciose, caratterizzate da una complessa biodiversità, da habitat marini peculiari come il coralligeno.

» Leggi di più
» Acquista



L'oro giallo dell'Adriatico

foto articolo "L'oro giallo dell'Adriatico”...è così che è stata chiamata la polpa del fasolaro.
L'OP Fasolari ha infatti partecipato al Seafood Expo Global 2019 di Brussels con un stand e due eventi presso il centro eventi del MIPAAFT.
Gli incontri, moderati dalla giornalista Angela Frenda, sono stati utili a fare conoscere ai visitatori del Seafood Expo Global i progetti che hanno reso possibile la realizzazione di polpa di fasolari fresca, congelata e pre trattata in particolare per il mercato dell'HORECA.
A fornire la soluzione tecnologica innovativa per questo mollusco esclusivamente di pesca tipico del Mare Adriatico, ha provveduto il prof. Cassi del Dipartimento di Fisica dell'Università di Parma e già autore di diverse pubblicazioni sulla cucina molecolare.
Anche le sue importanti collaborazioni con il mondo della ristorazione lo hanno portato a realizzare questi prodotti innovativi che al Seafood Expo Global hanno trovato molto interesse soprattutto da parte del mercato asiatico e dei Paesi dell'Est.
Ricordiamo che l'OP Fasolari è stata sostenuta dal MIPAAFT per la realizzazione di questo progetto. Gli show cooking sono stati realizzati dallo chef Massimo Riccioli specializzato da oltre 40 anni nei prodotti ittici che ha valorizzato la polpa di fasolari con proprie ricette.
Agli eventi invece, Angela Frenda, ha intervistato alcuni tra i principali partner del progetto in corso e i protagonisti della OP come il Presidente Massimo Petronetto e l'AD Paolo Tiozzo.
Volete saperne di più? Scriveteci a info@eurofishmarket.it



Il "FASO" sbarca a Seafood Expo Global 2019

foto articolo Dal 7 al 9 maggio a Brussells, Eurofishmarket, in occasione di Seafood Expo Global 2019, è lieta di invitarvi alle conferenze programmate nelle tre mattine della fiera presso lo "Spazio Italia" del MIPAAFT per presentare tutti gli sviluppi dei progetti dedicati al fasolaro.
Grazie al sostegno del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo, infatti, l'OP Fasolari, ha realizzato, in collaborazione con l'Università di Parma ed Eurofishmarket, dei prodotti innovativi a base di fasolari "ready to eat" e " ready to cook".
Per avere maggiori informazioni scrivete ad: info@eurofishmarket.it e soprattutto veniteci a trovare presso lo stand 2221 Hall 11, dove saremo a vostra disposizione con i partner del progetto.

» Scarica brochure



Partito il fermo biologico Ricci di mare

foto articolo Dal 1° maggio e per tutto il mese di giugno 2019 sarà vietata la pesca dei ricci di mare.

» Leggi anche



Aspettando BorgoFood: “Incontriamo i pescatori”

foto articolo Dal 3 al 5 maggio si terrà a Fidenza la manifestazione “Aspettando BorgoFood” che sarà anche teatro dell'evento “Tra il Cielo e il Mare: Incontriamoci con i pescatori” realizzato dall'omonima Associazione.
Questo evento, grazie al sostegno del MIPAAFT e del Comune di Fidenza, mira a portare maggiore conoscenza e dunque a valorizzare il lavoro dei pescatori e i prodotti ittici meno conosciuti ma tipici del nostro mare.
Sono diversi anni che l'Associazione “Tra il Cielo e il Mare” porta nelle piazze questo format originale dove i pescatori oltre a preparare e somministrare pesce nazionale cucinato in modo semplice, raccontano del loro mestiere, del mare e con esperti rispondono alle domande del pubblico su come fare una spesa consapevole e come rispettare meglio il mare e tutto ciò che a esso è collegato.
Dall'anno scorso l'evento viene realizzato in collaborazione con Eurofishmarket, partner scientifico dello stesso ed Event Way per la comunicazione.

» Scarica il programma dettagliato
» Leggi anche



Oltre la tracciabilità: GS1 Italy

foto articolo
Eurofishmarket ha già parlato, nei mesi scorsi, dell’importanza anche per le aziende della produzione e della trasformazione del prodotto ittico, di utilizzare dei codici a barre univoci ed universali per migliorare e “semplificare” la tracciabilità a tutti i livelli della filiera e lo ha fatto parlando del sistema degli standard GS1, tra cui il più conosciuto rimane il codice a barre.

In questo breve articolo puntiamo invece a mettere in evidenza soprattutto i vantaggi “indiretti” e positivi che porta l’utilizzo dei suddetti standard e regole condivise al fine di incrementare l’efficienza del ciclo produzione-distribuzione-consumo, aumentare la precisione e l’accesso ai dati, migliorare i processi logistici della filiera, migliorare i processi di identificazione dei prodotti, degli imballi o dei pallet e migliorare la comunicazione tra partner commerciali.

Questi obbiettivi sono anche gli strumenti standard che permettono a tutti gli operatori della filiera di comunicare attraverso un unico linguaggio sia per la gestione dei processi interni che, e soprattutto, per i rapporti con i propri partner commerciali, in maniera efficiente, su diversi fronti:

1) l’utilizzo di un unico linguaggio permette una comunicazione delle informazioni in modo più rapido e preciso per mezzo di strutture di dati e messaggi elettronici standard. Ciò ottimizza la gestione e il controllo del proprio ciclo di business grazie al miglioramento dei processi logistici e allo stesso tempo migliora il rapporto tra i diversi partner commerciali;
2) la puntuale e precisa identificazione degli imballi e dei prodotti offre opportunità strategiche per migliorare la soddisfazione del cliente ed attiva, in tempi brevi, precisi processi di tracciabilità e rintracciabilità dei prodotti che contribuiscono a ridurre i tempi di risposta ai clienti e a riconfermarne la fiducia nel caso di richiamo del prodotto;
3) la possibilità di codificare, all’interno del codice, ulteriori informazioni descrittive dell’imballo e dell’unità logistica abilita una puntuale e ottimizzata gestione dei magazzini e dei processi;
4) la raccolta e l’elaborazione elettronica dei dati consente l’automazione dei processi di business aumentando la produttività e riducendo al contempo i costi degli errori dovuti ad attività manuali di inserimento ed elaborazione dei dati.

Per la filiera ittica e soprattutto per i produttori e trasformatori, GS1 Italy ha realizzato del materiale informativo schematico e mirato che potrà trasferire con semplicità tutti i contenuti relativi alla applicazione del codice a barre per tutti gli obbiettivi sopra descritti…

» Vai alla pagina



Master universitario di 2°livello

foto articolo Per l'Anno Accademico 2018/2019, è indetto il concorso per l'ammissione al Master universitario di 2°livello in Gestione e controllo della qualità nella filiera ittica (GeCoQuaFI) “A. Mengoli”, istituito dall'Università di Foggia in collaborazione con l'Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Foggia.
Il Master intende fornire ai discenti una profonda preparazione nel campo del controllo di qualità dei Prodotti della Pesca, che spazi dalla produzione primaria alla normativa di settore, dal controllo igienico-sanitario alla valutazione della qualità lungo l'intero processo produttivo.
Gli incontri avranno luogo al venerdì pomeriggio e al sabato presso l’Università di Foggia Dipartimento Scienze Agrarie, degli Alimenti e dell’Ambiente, Via Napoli 25, Foggia.
Le attività formative sono ripartite tra didattica frontale, visite guidate, esercitazioni di laboratorio, stage presso aziende o enti convenzionati per un totale di 1500 ore, corrispondenti a 60 Crediti Formativi Universitari (CFU).
Gli obiettivi formativi sono tesi alla realizzazione di una figura professionale qualificata in grado di svolgere attività libero-professionale nelle imprese alimentari del settore ittico e nella Grande Distribuzione Organizzata, ricoprendo la posizione di consulente o di Responsabile di Qualità.
Le competenze e le abilità che si intende fornire abbracciano, con diversi livelli di approfondimento, diversi campi d’interesse: anatomia funzionale e sistematica degli organismi marini di interesse alimentare, produzione primaria, ittiopatologia, sanità pubblica e sicurezza d’uso dei prodotti della pesca, normativa sull'igiene, sicurezza e controllo delle produzioni ittiche, etichettatura e tracciabilità, tecnologie alimentari e additivi, Sottoprodotti, Sistemi di Gestione della Qualità.
Il titolo rilasciato è: Master di II livello in “Gestione e controllo della qualità nella filiera ittica (GeCoQuaFI) Il titolo conseguito è valutabile nei concorsi per l'accesso alla posizione di dirigente nel Servizio Sanitario Nazionale.
Il master rientra tra le azioni finanziabili dal Patto per lo Sviluppo della Regione Puglia “PASS LAUREATI”, Voucher per la formazione post-universitaria AVVISO PUBBLICO N. 3/FSE/2018 P.O.R. PUGLIA 2014 –2020 Fondo Sociale Europeo 2014IT16M2OP002. www.sistemapuglia.it - www.sistemapuglia.it/SistemaPuglia/passalaureati

Per maggiori info contattare: giovanni.normanno@unifg.it; nicola.tricarico@unifg.it

Per maggiori info sul bando

» Scarica locandina master
» Scarica poster master



Taglia minima: sanzioni maggiormente proporzionali

foto articolo Approvata la riforma del sistema sanzionatorio pesca che migliora lo stesso dal punto di vista della proporzionalità della sanzione rispetto alla gravità dell'illecito commesso, a seconda dei quantitativi, delle specie interessate e dell'accidentalità della cattura.

» Per approfondimenti



Glassatura: no all’indicazione del doppio peso sui preimballati!

foto articolo E' stata diffusa dall'ICQRF una nota con cui vengono chiarite le corrette modalità di indicazione della quantità, e determinazione del prezzo, per i prodotti congelati o surgelati glassati.
In particolare viene confermato l'orientamento in base al quale sarebbe ingannevole...

» Leggi di più
» Scarica nota



Indicazione degli attrezzi da pesca: chiarimenti dal Ministero

foto articolo Emanata la nota DG PEMAC del 01-04-2019 recante chiarimenti sulle corrette modalità di indicazione degli attrezzi da pesca ex art. 35 e seguenti del Reg. (UE) 1379/2013.
In particolare si precisa che...

» Leggi di più
» Scarica nota



Divieto della pesca non regolamentata nel mar Glaciale Artico centrale

foto articolo Pubblicati in Gazzetta Ufficiale UE la Decisione (UE) 2019/407 relativa alla conclusione, a nome dell'Unione europea, di un accordo volto a impedire la pesca non regolamentata nelle acque d'altura del Mar Glaciale Artico centrale, ed il testo dell’Accordo.

» Scarica decisione
» Scarica Accordo



Accordo di pesca tra Unione Europea e Regno del Marocco

foto articolo Pubblicati in Gazzetta Ufficiale UE il Reg. (UE) 2019/440 relativo alla ripartizione delle possibilità di pesca a norma dell'accordo di partenariato per una pesca sostenibile tra l'Unione europea e il Regno del Marocco e del relativo protocollo di attuazione, la Decisione (UE) 2019/441 relativa alla conclusione dell'accordo e l'accordo di partenariato stesso.

» Scarica Regolamento
» Scarica Accordo



A spesa di prodotti ittici: sai leggere l’etichetta?

foto articolo Nel corso di studi recentemente effettuati dalla Federcoopesca – Confcooperative, mediante sentiment analysis, è emerso che, nonostante gli sforzi del legislatore volti ad indirizzare il consumatore verso una scelta veramente consapevole, sembra che lo stesso sia guidato, nei propri acquisti, in primo luogo dal prezzo di vendita e subito dopo dalla “fiducia” nel punto vendita.
Nella maggior parte dei casi egli non è in grado di “decifrare” le indicazioni contenute nelle etichette apposte sul prodotto ittico e sembra che si affidi principalmente a quanto dichiarato verbalmente, in tema di bontà del prodotto, dal venditore, soprattutto se “quel” consumatore ha già avuto esperienze positive con “quel” commerciante.
Da qui l'idea di realizzare una serie di incontri informativi gratuiti, supportati da materiale divulgativo, in modo tale da consentire al consumatore di orientarsi al meglio nella scelta del prodotto ittico, valutando anche in modo più approfondito e chiaro le differenze di prezzo e di qualità dovute alla provenienza e al tipo di pesca.
Il presente progetto è sostenuto dal MIPAAFT nell'ambito delle attività inerenti il Piano triennale della pesca e dell’acquacoltura e ha come partner Federcoopesca- ConfCooperative, Eurofishmarket, MOICA (Movimento Casalinghe Italiane), API (Associazione Poliziotti Italiani) e il Gruppo di Distribuzione Végé.
Sei interessato a partecipare alle 3 giornate “informittiche” a Milano (18 marzo 2019), Roma (26 marzo 2019) o Parma (1 aprile 2019)?
Scrivici su info@eurofishmarket.it per prenotare la tua presenza. I posti sono limitati.
(Vignetta di Benito Jacovitti)

» Scarica il programma completo



Piani di gestione per la cattura delle risorse demersali

foto articolo Pubblicato in G.U. il decreto di modifica dei Piani di gestione nazionale relativi alle flotte di pesca per la cattura delle risorse demersali nell'ambito delle: GSA 9(Mar Ligure e Tirreno centro-settentrionale); GSA 10 (Mar Tirreno centrale e meridionale); GSA 11 (Sardegna); GSA ...

» Scarica decreto



Masterchef, Cannavacciuolo e il “branzino invasato”

foto articolo Il “Branzino invasato” non è piaciuto allo chef Cannavacciuolo a Masterchef (anche perché era allevato?).
Ma cosa non è piaciuto al Prof. Saroglia, Ordinario di Scienze e Tecnologie Zootecniche-Acquacoltura dell'Università dell'Insubria che ha visto la trasmissione e gli ha scritto un post?
A quanti giornalisti ed appassionati di cucina interessa il parere del professor Saroglia che da più di mezzo secolo si occupa di acquacoltura?
Quanti invece sono interessati a comprendere se Cannavacciuolo preferisce il pesce pescato e non quello allevato?
Avremo dallo chef una sua battuta di chiarimento?
Al Festival del Giornalismo Alimentare, Eurofishmarket, ha ribadito l'importanza della conoscenza per una corretta comprensione dei fatti.
Molti chef sono rimasti ancorati a vecchi pregiudizi o alle reiterate fake news relative al pesce allevato e dunque…

Leggi tutto l’articolo

» Guarda il video di Masterchef
» Leggi il post completo del Prof. Saroglia



Sanzioni pesca: modalità, termini e procedure per l'applicazione

foto articolo Pubblicati in G.U. i DM che prevedono modalità, termini e procedure per: l'applicazione del sistema della sospensione del certificato di iscrizione nel registro dei pescatori; e per l'applicazione del sistema di punti per infrazioni gravi all'autorizzazione per l'esercizio della pesca subacquea professionale.

» Scarica decreti



Pesci allevati in un mare di fake news…quale rimedio?

foto articolo Al Festival del Giornalismo Alimentare è stato affrontato il tema delle fake news in acquacoltura esaminando alcuni dei falsi miti più diffusi e riportati dai media negli ultimi anni: “Il pesce allevato è ricco di antibiotici, di ormoni, di microplastiche…”.
Vero o falso? A rispondere alcuni tra i più autorevoli professionisti del settore tra accademici e tecnici specializzati con un curriculum ad hoc rispetto alle tematiche di interesse.
Ecco il primo punto:riportare all'attenzione l'importanza di fonti referenziate e scientificamente valide per dare una informazione corretta.
Si è scelto di portare dunque al Festival del Giornalismo Alimentare un focus su quella che rappresenta già la principale fonte di approvvigionamento del pesce ma che risente di falsi o errati pregiudizi: l'acquacoltura.
Era l'agosto 2003 quando il “The Economist” uscì con una copertina completamente occupata da salmoni…

» Leggi l’articolo completo



Eurofishmarket al Festival del Giornalismo Alimentare

foto articolo Eurofishmarket è partner scientifico del Festival del Giornalismo Alimentare 2019 (Torino, 21 -22 -23 febbraio 2019), per la sua attività di ricerca, formazione ed informazione specializzata nel settore ittico e dunque interverrà alle seguenti attività:

- il giorno 21/02 ci sarà il laboratorio sull'Anisakis per un aggiornamento sullo stesso tra controlli, criticità, ricerca e normativa.

- Il 22/02 V. Tepedino, direttore del periodico Eurofishmarket ed esperta di prodotti ittici, modererà invece un panel mirato ad evidenziare alcune delle principali “fake news” in acquacoltura.
Questo evento formativo è mirato a fornire una rapida panoramica di quelli che sono alcuni falsi miti in merito ai prodotti ittici di allevamento, ad avere chiarimenti referenziati in merito ad alcuni di essi e ad avere indicazioni su come ricercare le fonti più autorevoli e significative.
Nel panel interverranno specialisti di enti pubblici e privati italiani e stranieri di primo piano tra i quali la Società di Medicina Veterinaria Preventiva, l'Università dell'Insubria e il Dept. Feed and Nutrition, Institute of Marine Research norvegese, Skretting, la Guardia Costiera e API.

- Sempre il 22/02 ci sarà, in collaborazione dell'azienda FoodLab, un laboratorio su come scegliere un salmone affumicato in modo più consapevole per specie, metodo di produzione, informazioni fornite sulla confezione e in etichetta, ecc.

Tutti i temi trattati nel panel e nei laboratori, nei quali è stato coinvolto anche Eurofishmarket, sono attualissimi e di estremo interesse per la stampa poiché spesso oggetto di articoli e, purtroppo, spesso di allarmismi non giustificati o di rappresentazioni poco veritiere.
L'accesso ai laboratori è gratuito ma è necessaria la prenotazione inviando una mail con le preferenze e indicando il proprio numero di telefono a: organizzazione@festivalgiornalismoalimentare.it

Vi aspettiamo presso il centro congressi "Torino Incontra", via Nino Costa 8, 10123 TORINO.

Scarica scheda completa

Scarica programma completo panel

» Scarica programma dei laboratori



Come dare un linguaggio internazionale al settore ittico?

foto articolo Eurofishmarket è media partner di GS1 Italy per la promozione e l'implementazione della tracciabilità nel settore ittico.
Il nostro obbiettivo è soprattutto quello di fare comprendere alle aziende medio piccole della produzione e della trasformazione che operano nel settore ittico, l'importanza di ottimizzare il loro sistema di tracciabilità al fine di rendersi ancora più interessanti e pronte per il mercato della distribuzione.
Inoltre l'ottimizzazione della tracciabilità potrà essere un vantaggio per tutti gli attori della filiera in termini di riduzione degli sprechi, analisi dei loro processi produttivi, dei costi e di numerosi aspetti utili a monitorare e migliorare in continuazione la propria attività.
Leggete dunque il nostro articolo intervista sul progetto in essere e su come potrebbe essere strategico per le aziende di questo settore intraprendere questa direzione.
Scriveteci per ulteriori info: info@eurofishmarket.it

» Leggi l’articolo



Pesca e divieti: possibilità UE per il 2019

foto articolo Pubblicato in Gazzetta Ufficiale UE il Reg. 2019/124 del 30 gennaio 2019 che stabilisce, per il 2019, le possibilità di pesca per alcuni stock ittici e gruppi di stock ittici, applicabili nelle acque dell'Unione e, per i pescherecci dell'Unione, in determinate acque non dell'Unione.

» Scarica Regolamento



Pesce rifatto o ri-fake news?

foto articolo Nell'articolo pubblicato da Coldiretti il 14 febbraio 2019 dal titolo: “Mafia a tavola, dalla mozzarella con la soda al “lifting” del pesce” è scritto che “si rischia di trovare nel piatto del pesce vecchio “ringiovanito” con il cafados, una miscela di acidi organici e acqua ossigenata che viene mescolata con il ghiaccio e consente di dare una freschezza apparente”.
Questo articolo riaccende l'allarme “Cafodos”, una delle numerose miscele di additivi utilizzati nei prodotti ittici di cui Eurofishmarket si occupa dal 2004.
Coldiretti aveva già trattato questa tema nel 2013 rilasciando in tv e sui giornali una intervista con i medesimi contenuti sopracitati nella loro “nuova” dichiarazione.
Da anni ci battiamo insieme a partner scientifici di primo livello e Associazioni di Categoria contro l'uso illegale di additivi ma creare confusione e allarmismo non sono sicuramente il sistema più utile per sistemare le cose e speriamo dunque che Coldiretti sia in futuro più attenta nel verificare le fonti delle proprie informazioni e che soprattutto i media verifichino sempre l'autorevolezza e l'affidabilità delle fonti a prescindere da chi le riporta.
Il Cafodos e non “Cafados” infatti non è un fluido magico che trasforma Cenerentola in una principessa…

Scarica commento Eurofishmarket

Leggi articolo Coldiretti

» Leggi articolo de Il Fatto alimentare
» Leggi articolo Eurofishmarket del 2013



3, 2, 1…pronti, al via AquaFarm e NovelFarm

foto articolo È terminato il conto alla rovescia per gli appuntamenti più attesi in Italia per i professionisti della produzione innovativa di cibo, con l’acquacoltura, la pesca sostenibile, la coltivazione delle alghe, l'acquaponica, le colture idroponiche e il vertical farming.
Da domani, per due intensissime giornate, la Fiera di Pordenone ospita infatti AquaFarm e NovelFarm, due eventi internazionali complementari dedicati alle tecnologie, alle politiche e ai prodotti per un cibo migliore oggi e domani.
AquaFarm, è la mostra-convegno internazionale dedicata all'acquacoltura, all'industria della pesca sostenibile e all'algocultura, alla sua terza edizione, e si afferma come punto di riferimento per tutti gli stakeholder nazionali, diventando un appuntamento riconosciuto internazionalmente per chi lavora con l'eccellenza italiana nella produzione e nella distribuzione di prodotti ittici.
NovelFarm, è la mostra-convegno internazionale dedicata alle nuove tecniche di coltivazione, vertical farming e fuori suolo, che riunifica ed estende le tematiche affrontate negli ultimi due anni in una sezione di AquaFarm.

» Scarica comunicato stampa
» Scarica comunicato stampa MIPAAFT



Chiocciole di terra: si tratta di molluschi!

foto articolo Interessante spunto di riflessione postato sul gruppo Facebook Food and Veterinary Law sul tema della inquadrabilità tassonomica delle Chiocciole e lumache (sia di mare che di terra).
Questa specie infatti rientra tra i Gasteropodi, e dunque non soltanto si tratta di Molluschi ma in quanto tali sono da segnalare, dagli operatori del settore alimentare, quali allergeni!

» Leggi di più



Quando i pesci nuotano nell’olio

foto articolo "Quando i pesci (della Basilicata) nuotano nell'olio (lucano)” è il titolo dello speciale dedicato ai pesci e agli oli lucani edito da Olio Officina in collaborazione con Eurofishmarket e lo chef Marcello Leoni, testimonial del progetto L'AMO.
La presentazione della pubblicazione avverrà sabato 2 febbraio durante l'ottava edizione di "OLIO OFFICINA Festival 2019" che si terrà a Milano presso il Palazzo delle Stelline alla presenza e con interventi dell’Assessore delle Politiche Agricole Luca Braia, del Dott. M. Brucoli del Dipartimento Agricoltura e di N. Mastromarino , Presidente Flag della Regione Basilicata.
A presentare lo speciale ci saranno anche gli autori V. Tepedino e M. Leoni al fine di anticipare alcune curiosità e trucchi per acquistare i prodotti ittici e gli oli lucani in modo più consapevole e anche per valorizzarli al meglio in cucina attraverso alcune ricette esclusive.

» Scaricate il programma completo del Festival
» Visita il sito di Olio Officina



Informazioni tra OSA…in quale lingua ?

foto articolo Visti i numerosi dubbi riscontrati da Eurofishmarket sia tra gli operatori del settore che tra gli organi di controllo, circa l'obbligatorietà o meno di rispettare i requisiti linguistici di cui all'art. 15 del Reg. UE 1169/2011 anche nelle fasi antecedenti la vendita al dettaglio, ovvero negli scambi tra operatori del settore e nell'adempiere agli obblighi di tracciabilità, Eurofishmarket ha rivolto una richiesta di chiarimenti agli uffici competenti presso il Ministero dello Sviluppo Economico e, per quanto di sua competenza relativamente ai prodotti ittici, presso il Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo.

» Leggi di più



Il Baccalà deve rispettare la catena del freddo?

foto articolo La Cassazione ha prosciolto un pescivendolo dall'accusa di non aver conservato bene al fresco, secondo i dettami Ue, il baccalà che teneva in ammollo nel secchio e a pezzi essiccati nel cartone.
L'Ue non ha regolamentato il commercio di questo prodotto, del quale l'Italia e' tra i grandi consumatori, e dunque – afferma la Cassazione – non bisogna ‘criminalizzare’ chi lo vende non tanto refrigerato dato che “in base alle regole di comune esperienza” solo oltre “il superamento della soglia di 15° è profilabile il rischio di deterioramento”.
Così la Suprema Corte ha respinto il ricorso della Procura di Asti che insisteva nel voler condannare un pescivendolo torinese – che aveva un banco al mercato nell'astigiano – perche' vendeva il baccalà a temperature superiori di due gradi rispetto ai quattro gradi prescritti dal Pacchetto Igiene emanato nel 2004 da Bruxelles...".
Questa sentenza però non solleva gli organi addetti ai controlli ufficiali ma anche gli OSA dall'affrontare caso per caso una corretta valutazione del rischio.
Sono infatti numerose le variabili che potrebbero incidere in merito. Basti pensare alle differenze tra baccalà ottenuti con diversi sistemi produttivi o gestiti in maniera differente per la vendita al dettaglio.
Sul nostro social abbiamo aperto una discussione in merito (Fonte SIVeMeP).

» Leggi articolo completo



L'acquaponica, il miglior esempio di produzione circolare e integrata di cibo si racconta a NovelFarm

foto articolo Quando l'acquacoltura e l'agricoltura si uniscono danno vita a un vero e proprio ecosistema autosufficiente che grazie alla tecnologia permette di produrre alimenti in modo sostenibile (e con pochissimi scarti).
L'acquaponica è il grande tema che unisce le due manifestazioni che i prossimi 13 e 14 febbraio faranno incontrare in Fiera a Pordenone i rappresentanti internazionali del mondo dell’acquacoltura e pesca sostenibile (AquaFarm) e delle coltivazioni fuorisuolo e agritech (NovelFarm).
Si tratta infatti di un tema trasversale che risponde alla necessità sempre più incombente di trovare modi sostenibili di produrre cibo che possano sfamare una popolazione in continuo aumento e sempre più “cittadina”.

» Leggi di più



Decreti sullo stabilimento di produzione ed origine? Incostituzionali!

foto articolo Lo ha sancito il Tribunale di Roma che ha rilevato come sia il Decreto Lgs. 145/2017 sull'obbligatorietà della Sede dello Stabilimento di produzione o confezionamento, sia i Decreti Ministeriali sull'origine di grano e semola nella pasta...

» Per approfondimenti



ONU: Giornata Mondiale della Sicurezza Alimentare

foto articolo Istituita dall'Onu, in data 7 giugno, la Giornata Mondiale della Sicurezza sanitaria degli Alimenti, per combattere le malattie di origine alimentare che colpiscono ogni anno 600 milioni di persone.

» Per approfondimenti



Benessere animale ed etichette ingannevoli

foto articolo Le associazioni ambientaliste Compassion in World farming (CIWF) e Legambiente hanno lanciato una petizione ai Ministeri delle Politiche Agricole e della Salute per via della sempre più vasta diffusione, sui prodotti di origine animale, di claims sul benessere animale anche su prodotti che non possono vantare metodi di allevamento effettivamente attenti al benessere e che penalizzano chi invece utilizza realmente tali metodi più rispettosi.

» Leggi anche



Buone feste da Eurofishmarket

foto articolo Eurofishmarket augura a tutti un buon Natale e un sereno 2019!
Grazie per quanto fatto insieme a noi quest'anno.
I nostri uffici riapriranno il prossimo 7 gennaio.

Buone feste



“Attenti al lupo” o meglio a non prendere un “granchio”

foto articolo Eurofishmarket sarà questa sera in diretta alle ore 19 su "TV2000" nella trasmissione “Attenti al Lupo” per una puntata tutta dedicata a chi comprerà pesce, molluschi e crostacei per il menu natalizio.
Speriamo di riuscirvi a dare consigli e trucchi per un acquisto consapevole.
Vi aspettiamo numerosi e vi invitiamo a partecipare alla discussione social sulla nostra pagina o su quella del programma.

» Guarda la puntata



Denominazioni commerciali: aggiornamento allegato semplificato

foto articolo A seguito della Circolare Mipaaft che ha ovviato ad alcuni errori materiali presenti nel DM 22 settembre 2017 “Denominazione in lingua italiana delle specie ittiche di interesse commerciale”, fornendone corretta interpretazione, si fornisce agli iscritti all'area riservata documento semplificato aggiornato riportante versione consolidata con evidenziate tutte le modifiche apportate rispetto all'elenco denominazioni previgente e, da ultimo, con i chiarimenti espletati attraverso la circolare.

» Scarica documento denominazioni semplificato aggiornato al 12-10-2018



ANTIBIOTICO-RESISTENZA O ANTIBIOTICO CONSAPEVOLEZZA?

foto articolo In occasione della Settimana Mondiale sull'Uso Consapevole degli Antibiotici (12-18 novembre 2018) e della Giornata Europea degli Antibiotici (18 novembre 2018) il Ministero della Salute ha reso pubbliche le “Linee guida per la promozione dell'uso prudente degli antimicrobici negli allevamenti zootecnici per la prevenzione dell’antimicrobico-resistenza”.
Il documento, elaborato dalla Sezione per la Farmacosorveglianza sui medicinali veterinari del Comitato tecnico per la nutrizione e la sanità animale (Decreto ministeriale del 30 marzo 2016), fornisce indicazioni utili per prevenire l’uso inappropriato di antimicrobici che, in medicina veterinaria, “rappresenta un rischio concreto per la salute animale, per gli allevatori ed è responsabile sia della riduzione delle produzioni che dell'inefficienza degli allevamenti”
(Fonti: S.I.Ve.M.P., Ministero della Salute, Norwegian Veterinary Institute, Parlamento Europeo)

» Leggi l’articolo completo



Importazione prodotti ittici da Perù e dal Myanmar

foto articolo a Decisione di esecuzione (UE) 2018/1583 modifica gli allegati I e II della decisione 2006/766/CE per quanto riguarda l'importazione dal Perù e dal Myanmar di molluschi bivalvi e di prodotti della pesca destinati al consumo umano, in particolare...

» Leggi di più



Unione Europea e Italia impegnate nella lotta alla plastica

foto articolo Parallelamente UE e Italia si stanno impegnando nella stessa direzione: da un lato il Parlamento Europea ho approvato il documento per per mettere al bando, a partire dal 2021, alcuni prodotti in plastica come posate, bastoncini cotonati, cannucce e bastoncini per palloncini, che costituiscono il 49% dei rifiuti marini; dall'altro il Ministro dell’Ambiente, Costa, ha annunciato di...

» Leggi di più



Il Fasolaro è “ready to eat” per nuovi mercati

foto articolo Si sono concluse con successo le 3 prove di assaggio finali che hanno visto protagonista il fasolaro “Ready to eat” e “ Ready to cook” grazie ad un progetto sostenuto dal MIPAAFT e promosso dalla O.P. Fasolari che raggruppa in Italia il 100% dei produttori di fasolari nazionali.
L'obbiettivo principale del progetto è stato quello di sperimentare una produzione “industriale” di un fasolaro innovativo con diversi valori aggiunti per quanto riguarda la facilità e comodità d’uso, l’aumento della shelf life, una tracciabilità di origine definita oltre quanto previsto dalla normativa, la scelta di un prodotto ittico nazionale pescato nel massimo rispetto di quella che è la tutela della sua risorsa, lavorato nel modo più utile ad evitare sprechi e anche a valorizzare il lavoro dei pescatori premiando e facendo meglio conoscere la loro attività e aumentando i loro margini di guadagno. Partner di questo progetto l’Università di Parma che ha fornito le ricette e tecniche di cottura utili a realizzare i prodotti innovativi, CAM Evolution che è l’azienda che ha trasferito su scala industriale il progetto sperimentale ed Eurofishmarket che ha fatto da coordinatore tecnico-scientifico e da promotore del progetto.
L'innovazione è sicuramente la chiave di volta per portare e valorizzare molti prodotti ittici italiani sul nostro mercato e a penetrare nuovi mercati.
Riporteremo a breve una sintesi dei risultati del progetto.
Ci teniamo a ringraziare tutte le aziende che si sono messe a disposizione per un confronto in merito attraverso la collaborazione di loro tecnici per pareri ed osservazioni in merito al progetto e alle referenze prodotte. Ringraziamo in particolare le aziende Comavicola, Eataly, Cortilia, San Benedetto, Eurofood, Conad e Gimar.
In linea di massima possiamo anticipare che i prodotti a base di fasolari sono risultati interessanti per il mercato sia dell’HORECA che della GDO che per le aziende di trasformazione per utilizzare questi prodotti come basi per sughi.



IL MARKETING DELLE ETICHETTE

foto articolo Le etichette sono diventate dei media e il consumatore ha fame di buone informazioni» spiega Marco Cuppini, research & communication director GS1 Italy.
“La relazione con il consumatore richiede di poter leggere i consumi con nuove lenti, di entrare nel dettaglio per appropriarsi dell'informazione, capire qual è la fruizione dei prodotti.
Proprio sulla scorta dei dati raccolti con Immagino è nato l’Osservatorio Immagino (oggi giunto alla terza edizione) che, con cadenza semestrale, offre un modo nuovo di misurare i consumi. Grazie ai dati di Immagino incrociati con le rilevazioni Nielsen sui dati di vendita, sui consumatori e sulla fruizione dei media, oggi siamo in grado di misurare il rapporto tra informazione ricercata e risultati di mercato».
L’analisi si basa su numeri importanti: oltre 100 informazioni di etichetta per ciascun degli 84.450 prodotti di largo consumo analizzati, per un valore di 34,4 miliardi di euro di vendite pari all'80% del giro d’affari complessivo annuo sviluppato dal largo consumo in ipermercati e supermercati di tutta Italia”.
Immaginiamo le potenzialità di Immagino nel settore ittico e a breve vi racconteremo le nostre case history in merito. (Fonte: Tendenze online)

» Leggi tutto



Fasolari: sperimentiamo l’innovazione

foto articolo E' ormai in fase conclusiva, il progetto promosso dall'Organizzazione Produttori Fasolari e sostenuto dal MIPAAF in collaborazione con l'Università di Parma, Eurofishmarket e CAM Evolution, utile alla creazione di referenze innovative a base di fasolari “ready to eat” e “ready to cook” più attrattive per i consumatori italiani e non solo.
Nel corso della sperimentazione sono state realizzate diverse referenze a base di faolaro.
Con la presente, abbiamo il piacere di invitare tutte le aziende distributrici e del circuito Ho.re.ca potenzialmente interessate al progetto suddetto, all'incontro conclusivo che si terrà in data 22 novembre 2018 alle ore 12.30 presso il Dipartimento di Fisica dell'Università di Parma, Parco Area delle Scienze, 7/A (Parma).
All'incontro, sarà presente il Prof. Cassi, esperto in fisica degli alimenti che ha introdotto in Italia la “Cucina molecolare”, autore di numerosi articoli scientifici e divulgativi con grandi chef.
In tale occasione sarà possibile conoscere maggiori dettagli sul progetto anche in merito alle grammature delle confezioni, al packaging e ai costi oltre che poter degustare i prodotti definitivi a base di fasolari.
Eurofishmarket, invita le suddette a scrivere a info@eurofishmarket.it per maggiori info e per confermare partecipazione all'evento.
Evento gratuito. È richiesta e necessaria la prenotazione per la partecipazione all'evento (posti limitati).

» Scarica invito



Cosa fa l'Unione per rendere sicuri i nostri cibi?

foto articolo Secondo incontro del ciclo autunnale "Parliamo d'Europa" co-organizzato dagli "Engaged Academics" dell'Istituto Universitario Europeo (IUE) e il comune di Fiesole.
L'incontro -dal titolo "L'Europa in tavola: cosa fa l'Unione per rendere sicuri i nostri cibi?" - verterà sul tema molto attuale della tutela dei consumatori nel settore alimentare.
Al dibattito interverranno la dottoressa Rebecca Ravalli (IUE) e l'Avvocato Cesare Varallo del foro di Torino, esperto di legislazione alimentare e autore del blog "Food law latest" (https://foodlawlatest.com/).
Il ciclo "Parliamo d'Europa" può essere definito come un vero e proprio "esperimento sociale", in cui accademia e amministrazione locale si pongono al servizio della cittadinanza per tentare di dare risposte ai dubbi, ai quesiti irrisolti e, perché no, alla rabbia che a volte sembrano circondare alcuni temi di particolare rilevanza pubblica.

» Leggi di più



Rigetti pesca demersale in acque sudoccidentali

foto articolo Rettificato il regolamento delegato (UE) 2016/2374 che istituisce un piano in materia di rigetti per alcune attività di pesca demersale nelle acque sudoccidentali

» Scarica Regolamento



I grandi crostacei. Sistematica, benessere, allevamento, sanità ed igiene

foto articolo La casa editrice Eurofishmarket, grazie ad una bella collaborazione con Agra Editore, è lieta di presentarvi la pubblicazione del libro “I grandi crostacei. Sistematica, benessere, allevamento, sanità e igiene".
Un testo interamente dedicato al settore dei “grandi” crostacei con pareri autorevoli e schede descrittive dei principali aspetti di interesse in materia: sistematica, dati di mercato, frodi, benessere, ispezione, commercializzazione, allevamento.
Tra gli autori V. Giaccone (Università di Padova), E. D’Agaro (Università di Udine), A. Mengoli (ASL Bologna), F. Quaglio (Università Bologna), F.Rosa e G. Comi (Università Udine), T. Scovacricchi (CNR-ISMAR, Venezia). Quasi 300 pagine di aggiornamento sui grandi crostacei.

» Scarica scheda tecnica
» Guarda indice volume



Pesca del Rossetto: piano di gestione

foto articolo Adottato il Piano di gestione nazionale per la pesca del rossetto (Aphia minuta) nei compartimenti marittimi della Toscana e della Liguria nell'ambito della GSA 9 con l'utilizzo della sciabica da natante, in deroga alla dimensione minima della maglia della rete e della distanza dalla costa - articoli 9 e 13 del regolamento (CE) n. 1967/2006.

» Scarica decreto



Fasolari “ready to eat”…oltre la ricerca

foto articolo Riflettori puntati della ricerca sul fasolaro, prelibato frutto di mare che presto si potrà acquistare pulito e pronto a cuocere, come le insalate in busta diventate ormai protagoniste nelle tavole, ma anche in sughi e salse.
Si allarga il progetto promosso qualche anno fa dall'Associazione dei Produttori fasolari in collaborazione con Federcoopesca e sostenuto dal Ministero delle Politiche agricole, nato per fare conoscere il fasolaro 'ready to eat' che appartiene alla stessa famiglia della vongola verace e del lupino.
Il Dipartimento di Fisica dell'Università di Parma, infatti, è entrato a far parte del progetto per sviluppare tutta la gamma pronta dei fasolari in chiave industriale, che vede come partner anche Eurofishmarket. (Fonte:Ansa)

» Leggi di più











Errori di Stampa

Eurofishmarket segnala errori o sviste dei media rintracciate in programmi Tv, giornali, ecc.


Tonno Rosso: vietate catture accessorie
Solo parzialmente vera l’affermazione per cui “a rigor di legge, il tonno che incappi anche solo incidentalmente in una rete non può essere rigettato in mare, né tantomeno portato a terra”: per quanto riguarda il tonno pescato vivo e rigettato in mare non vi è alcuna sanzione in base al paragrafo 32 della raccomandazione ICCAT n. 12-03.

»Leggi l'articolo

30/07/2013
Altroconsumo rileva i prezzi dei prodotti ittici ma occhio all'etichetta!
Nell'articolo pubblicato da Altroconsumo sul loro sito web "Pesce Fresco dove conviene" viene fatta una indagine di mercato sui costi dei prodotti ittici freschi in Italia con la classifica dei luoghi più o meno cari. Inoltre vengono dati dei suggerimenti su come "capire l'etichetta".
Eurofishmarket segnala alcune precisazioni utili a verificare se l'etichetta è conforme o meno poiché nell'articolo sono state, a nostro parere, descritte in modo un po’ confuso.
L'articolo in questione vuole riassumere "le indicazioni che devono esserci in etichetta o sui cartellini del pesce venduto sfuso e confezionato" ma va precisata la distinzione tra i prodotti venduti sfusi oppure a libero servizio (i cd. Preincartati) che devono riportare le indicazioni obbligatorie previste dall'art. 16 del D.Lgs. 109/92 ed i prodotti venduti preconfezionati che invece devono riportare tutte le informazioni previste dall'art. 3 del D.Lgs. 109/92.
Inoltre non è stata specificata una distinzione fondamentale: denominazione commerciale, denominazione scientifica (che non è più facoltativa dall'entrata in vigore dell' rt. 58 par. 5 Reg. 1224/09, però può essere fornita tramite cartelloni pubblicitari o poster), metodo di produzione e zona di cattura, sono richieste solo per i prodotti rientranti nel capitolo 3 della nomenclatura combinata, non anche per quelli di cui al capitolo 16 della stessa ovvero preparazioni e conserve.
Ora che sapete dove costa di più o di meno e sapete leggere l'etichetta...buona spesa....

17/07/2013
Tonno rosso o tonno colorato?
Eurofishmarket si è occupata ed ha segnalato già nel 2004 la questione del tonno “colorato”, problematica riguardante principalmente il Thunnus albacares (tonno a pinne gialle), che può essere trattato con monossido di carbonio (CO) per dare alle sue carni il colore rosso, molto apprezzate dal consumatore. L’utilizzo di CO non comporta rischi per la salute del consumatore, ma sotto a un bel colore potrebbe nascondersi un pesce non più fresco.
Per approfondimenti:
Scarica l’articolo da Eurofishmarket 1/2004
Intervista a Valentina Tepedino

»Altri approfondimenti

15/02/2011
Tonno o informazione scadente?
Sul Secolo XIX viene segnalato il sequestro di 6 ton di conserve di tonno dichiarato come scadente poiché non contenente tonno rosso ma tonno a pinne gialle e/o obeso. Un Regolamento UE consente nelle conserve...Scarica il pdf
Ulteriore errore segnalatoci in merito all’articolo pubblicato: l’oggetto del sequestro non erano conserve di tonno bensì confezioni di tonno surgelate. A tale proposito Eurofishmarket sta per pubblicare una interessante indagine di mercato che comprende l’analisi legale della denominazione di vendita dei principali prodotti a marca e di marca surgelati in commercio. Volete saperne di più? Scrivete ainfo@eurofishmarket.it

»Leggi l'articolo

12/09/2011
Non facciamo di tutto il crudo un fascio!
Il Resto del Carlino del 6 settembre 2012 afferma che il cosiddetto Decreto Balduzzi vieterebbe la somministrazione del latte e del pesce crudo nelle mense, mentre il divieto è vero nel primo caso ma non nel secondo: il pesce crudo non è vietato se somministrato previo trattamento di bonifica preventiva già vigente da anni. Il decreto innova invece obbligando chi vende pesci e molluschi cefalopodi freschi, anche di acqua dolce, sfusi e preimballati a dare informazioni sulle corrette condizioni di impiego attraverso un cartello visibile.

»Leggi l'articolo
»Leggi il Decreto Balduzzi

06/09/2012
Attenzione: ci che vale per la carne non vale per il pesce!
L1articolo di Giorgio Costa su Il sole 24 ore “Pagamenti pi rapidi ai produttori agricoli ” riporta che “il surgelamento è sicuramente «un trattamento atto ad allungare i tempi di durabilità» oltre i 60 giorni ma ciò che dovrebbe valere per le verdure non riguarda le carni e il pesce che restano, anche in caso di surgelamento, "deteriorabili" prevalendo le caratteristiche organolettiche sul tipo di trattamento.” Ma si tratta di un’errata interpretazione della lettera c) del comma 4 dell’art. 62 del D.L. 24 gennaio 2012 n.1 convertito, con modificazioni, in L. 24 marzo 2012, n. 27:
4. Per «prodotti alimentari deteriorabili» si intendono i prodotti che rientrano in una delle seguenti categorie:
a) prodotti agricoli, ittici e alimentari preconfezionati che riportano una data di scadenza o un termine minimo di conservazione non superiore a sessanta giorni;
b) prodotti agricoli, ittici e alimentari sfusi, comprese erbe e piante aromatiche, anche se posti in involucro protettivo o refrigerati, non sottoposti a trattamenti atti a prolungare la durabilita degli stessi per un periodo superiore a sessanta giorni;
c) prodotti a base di carne che presentino le seguenti caratteristiche fisico-chimiche: aW superiore a 0,95 e pH superiore a 5,2 oppure aW superiore a 0,91 oppure pH uguale o superiore a 4,5;
d) tutti i tipi di latte.

Come è evidente la lettera in questione riguarda solo la carne e non anche il pesce a cui si riferiscono solo le lettere a) e b)!
Per sapere i dettagli leggi il commento di Eurofishmarket

»Leggi il commento di Eurofishmarket

25/10/2012
fishbook on apple store fishbook on android app store