Ho letto e accetto la privacy policy

Seguici su:       

eurofishmarket - magazine & books






Il punto di riferimento per i professionisti che si interessano di prodotti ittici.

Entra

Le pubblicazioni di Eurofishmarket.


Entra

Soluzioni e risposte dal mondo dei prodotti ittici.

Entra

In Primo Piano


Prodotti ittici a Natale: consigli per gli acquisti

foto articolo Il 18 gennaio dalle ore 13:50 in diretta nella trasmissione "Siamo Noi" su TV2000, sarà presente in studio V. Tepedino di Eurofishmarket per una intervista in merito a quelle che potrebbero essere le principali non conformità nei prodotti ittici nel periodo natalizio e come riuscire a fare acquisti più consapevoli per prezzo, sostenibilità e qualità.

» Seguiteci in diretta o riguardate la replica



Vuoi rimanere sempre aggiornato o avere una rapida consulenza? Scopri i servizi Newsnormativa Ittica e Pronto Assistenza!

foto articolo La “Newsnormativa ittica” mensile di Eurofishmarket permette di restare aggiornato grazie ad un riassunto delle norme italiane ed europee emanate in materia di pesca, controlli sanitari e commercializzazione dei prodotti ittici al costo di soli 10 €/mese!
In aggiunta al servizio di "Newsnormativa ittica", il nuovo pacchetto "Pronto assistenza", include 12 consulenze brevi/anno di tipo telefonico/mail, ed è stata ideata da Eurofishmarket per tutte le aziende che, operando nel settore ittico, necessitano di essere assistiti rapidamente in merito a problematiche ed incertezze riguardanti l’etichettatura e la corretta tracciabilità dei prodotti ittici.
Contattaci per scoprire l'offerta "Pronto assistenza".



Pesce Spada: dal 2018 ulteriore taglio del 3% sulle quote

foto articolo Alla vigilia della riunione del Consiglio dei ministri europeo chiamato ad esprimersi, l'11 e il 12 dicembre, sulle possibilità di pesca delle flotte comunitarie nel 2018, tra cui le quote per il pesce spada, introdotte per la prima volta lo scorso anno, Federcoopesca-Confcoperative lamenta che con l'inizio del nuovo anno i pescherecci italiani vedranno ridursi di un ulteriore 3% la quota di pesca per il pesce spada, fissata attualmente a 3.736 tonnellate, in virtù di un piano pluriennale di ricostituzione dello stock.
L’associazione ricorda inoltre che già nei mesi scorsi il Governo italiano ha avanzato ricorso alla Corte di giustizia Ue per impugnare il quantitativo assegnato al nostro paese nel 2017 e che con il nuovo anno vedrà ridursi ulteriormente.

» Leggi anche



Pesca durante le festività: attenzione alla rettifica!

foto articolo Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto MIPAAF del 15 novembre 2017 che rettifica parzialmente il precedente del 26 ottobre 2017: nella giornata di domenica 17 dicembre 2017 non sarà consentito lo svolgimento dell'attività di pesca con i sistemi strascico e/o volante e circuizione.
Il divieto e' esteso alle imprese dedite alla cattura dei molluschi bivalvi.

» Scarica decreto



QUID: pubblicate le linee guida europee

foto articolo La Commissione UE ha pubblicato la propria Comunicazione sull'applicazione del principio della dichiarazione della quantità degli ingredienti (QUID), utile agli operatori nell'assolvimento dell’obbligo di dichiarare in etichetta la quantità di un ingrediente o di una categoria di ingredienti utilizzati nella preparazione dell’alimento laddove l’ingrediente o la categoria di ingredienti...

» Leggi di più
» Scarica comunicazione



VIAGGIO IN UNA SCATOLA DI TONNO

foto articolo Oggi, 24 novembre, in prima serata, in diretta sul primo canale svizzero Radiotelevisione svizzera (RSI), la puntata di Patti chiari tutta dedicata al tonno in scatola.
Ospite in studio V. Tepedino di Eurofishmarket per commentare i temi oggetto del servizio.
Per saperne di più seguite la puntate ed intervenite sulla pagina social facebook o twitter di Eurofishmarket.

» Leggi di più



Eurofishmarket a GUSTUS per la FIC

foto articolo In occasione del XXIX Congresso Nazionale della Federazione Italiana Cuochi che si è appena conclusa a Napoli presso la Fiera “Gustus”, Eurofishmarket, ha presentato due importanti iniziative condivise con la FIC per la quale è uno dei riferimenti per le tematiche attinenti al settore ittico.
La prima riguarda la presentazione di un quesito al Ministero della Salute utile ad aprire un confronto sulla definizione di prodotto ittico congelato nei menu dei ristoranti (come l’asterisco può meglio spiegare se il prodotto è stato acquistato congelato o è stato congelato da fresco).
La seconda iniziativa riguarda invece la richiesta al Ministero della Salute di linee guida chiare per la corretta gestione del benessere dei crostacei vivi.
L’evento congressuale è stato inoltre teatro della presentazione di una realtà ittica aziendale modello della Groenlandia che ha dato la possibilità di informare i ristoratori partecipanti su come scegliere i prodotti ittici in modo più consapevole leggendo l’etichetta ed i capitolati degli stessi.
A breve sulla rivista ufficiale “Il Cuoco” della FIC una sintesi della suddetta presentazione

» Vai al sito



Nuove denominazioni commerciali ma ancora un anno per l’applicazione

foto articolo Pubblicato in Gazzetta Ufficiale, il Decreto Mipaaf che attribuisce le denominazioni in lingua italiana delle specie ittiche di interesse commerciale, e che abroga e sostituisce il precedente DM del 31 gennaio 2008 e s.m.i. che aveva sostituito l’allegato del DM 27 marzo 2002.
Superate le 1.000 denominazioni, tra le novità, l’aggiunta di due denominazioni di oloturie e una di meduse.
Il decreto è entrato in vigore in data 14 novembre 2017 ma sarà applicabile dal 15 novembre 2018, salvo gli imballaggi preconfezionati conformemente alla normativa abrogata entro il 14 novembre 2017 che potranno essere commercializzati fino all'esaurimento delle scorte.
Pubblicato anche il nuovo modulo per la richiesta di attribuzione di nuove denominazioni.

» Scarica decreto
» Scarica modulo



Prodotto lavorato da fresco e abbattuto per breve conservazione: come indicarlo sul menù?

foto articolo Eurofishmarket, ha chiesto alla Direzione generale per l'igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione c/o Ministero della Salute, chiarimenti circa le corrette modalità di segnalazione sul menù del prodotto lavorato da fresco ed abbattuto per il solo tempo strettamente necessario alla somministrazione.
Al momento, infatti, sono equiparate e ritenute sanzionabili ai sensi dell’articolo 515 c.p. (reato di frode nell'esercizio del commercio), le condotte, in realtà molto diverse dal punto di vista della qualità del prodotto offerto, dell’operatore che semplicemente somministri piatti preparati con materia prima congelata o surgelata, e del ristoratore che invece acquisti il prodotto fresco (sobbarcandosi i maggiori costi di materia prima e tempi di lavorazione e pulizia che il prodotto ittico fresco comporta) e lo abbatta per conservarlo congelato lo stretto tempo necessario alla somministrazione.
Sarebbe piuttosto auspicabile che il legislatore distinguesse le due ipotesi e concordasse una deroga per questo secondo tipo di lavorazione, ed eventualmente stabilisse un tempo limite per l’utilizzo del prodotto così trattato, in modo da evitare abusi a tale auspicabile deroga.

» Leggi interrogazione



Scontro su etichette a semaforo: illegittime? Dannose?

foto articolo I ministeri italiani dello Sviluppo economico, della Salute, delle Politiche agricole alimentari e forestali, e degli Affari esteri e cooperazione internazionale, si schierano contro le etichette a semaforo adottate da Regno Unito e Francia perché ritenute non in linea con il Reg. UE 1169/11 e poiché rischierebbero di costruire barriere protezionistiche nei confronti dei prodotti italiani.
Ma veramente non sarebbero legittime (l’art. 35 del regolamento sembra ammetterle) e costituiscono un rischio per il mercato italiano?

» Leggi comunicato stampa Mise
» Leggi anche



Fibre ed estratti vegetali: come indicarli in etichetta?

foto articolo Il Ministero della Salute con Nota n° 0036275 del 12 settembre 2017 si esprime circa l'utilizzo della dicitura "senza additivi" nelle preparazioni a base di carni secondo i Regg. UE 1169/2011 e CE 1924/2006. Tali disposizioni possono rappresentare per analogia un indirizzo utile anche per l'etichettatura delle preparazioni a base di pesce. In particolare la Nota specifica che...

» Scarica nota



Nuove formulazioni per i mangimi per pesci: il progetto MYSUSHI

foto articolo
Attualmente la produzione mondiale di pesce ammonta a circa 178,2 milioni di tonnellate che garantiscono un consumo pro-capite di 20,7 kg all’anno.
Dato l’impatto eco-ambientale della pesca tradizionale, l’acquacoltura rappresenta l’unico modo per soddisfare la crescente domanda di prodotto ittico tuttavia è necessario ottimizzare qualità e rese.
Uno dei maggiori limiti dell’allevamento ittico è l’alimentazione del pesce. Una possibile strategia per migliorare la formulazione dei mangimi è l’impiego d’ingredienti alternativi con un costo di produzione più basso e una qualità migliore, utilizzando sistemi di economia circolare.
In tale contesto si inserisce il progetto MYSUSHI (Microalgae and Yeasts SUStainable fermentation for HIgh quality fish feed formulation), coordinato dall’Università degli Studi di Milano-Bicocca in collaborazione con l’Università degli Studi dell'Insubria e che vede tra i vari partner anche la società Eurofishmarket.

» Leggi di più
» Vai al sito web



Echinodermi: ora inclusi nel pacchetto igiene

foto articolo I Regg. (UE) 2017/1978 e 2017/1979 modificano, per quanto riguarda gli echinodermi raccolti al di fuori dalle zone di produzione classificate, rispettivamente l'allegato III del Reg. (CE) n. 853/2004 e il Reg. (CE) n. 854/2004. Le modifiche si applicano a decorrere dal 1 gennaio 2019.
In particolare…

» Leggi di più



Prodotti ittici transitati per paesi terzi: ecco il certificato sanitario

foto articolo Il Reg. UE 2017/1973 modifica il Reg. CE 2074/2005 per quanto riguarda i controlli ufficiali sui prodotti della pesca catturati da navi battenti bandiera di uno Stato membro e introdotti nell'Unione dopo essere stati trasferiti in paesi terzi e stabilisce un modello di certificato sanitario per tali prodotti...

» Scarica Regolamento



Mar Baltico: possibilità di pesca stock ittici

foto articolo Pubblicato in Gazzetta Ufficiale UE il Reg. UE 2017/1970 che stabilisce, per il 2018, le possibilità di pesca per alcuni stock o gruppi di stock ittici applicabili nel Mar Baltico e che modifica il Reg. UE 2017/127.

» Scarica Regolamento



Pesca: autorizzazione nelle festività

foto articolo Il Decreto Mipaaf del 26 ottobre 2017 autorizza lo svolgimento dell’attività di pesca, in via facoltativa, in tutti i Compartimenti marittimi con i sistemi strascico e/o volante e circuizione nei soli giorni di mercoledì 1° novembre, venerdì 8, sabato 16, domenica 17, sabato 23 e sabato 30 dicembre 2017 nonché mercoledì 25 aprile 2018.
Le imprese hanno l’obbligo di segnalare con congruo anticipo alle Autorità marittime detta volontà e sono tenute a recuperare le giornate di pesca entro e non oltre i successivi quindici giorni lavorativi.

» Scarica decreto



Tonno rosso e fasolari ‘ready to eat’ grazie alla “cucina molecolare”

foto articolo Buoni e freschi come appena pescati, pronti all’uso a casa come al ristorante. Nuova vita per il tonno rosso e il fasolaro che diventano piatti “ready to eat”, grazie ai trattamenti messi a punto dal ‘padre’ della cucina molecolare in Italia, il professor Davide Cassi, direttore del laboratorio di Fisica Gastronomica dell’Università di Parma.
È questo l’obiettivo del progetto di Federcoopesca-Confcooperative “Dal mare al piatto”, sostenuto dal Mipaaf, e realizzato in collaborazione con Eurofishmarket, l’Università di Parma, l’Agci Agrital e Legacoop Agroalimentare.
Aumento della shelf-life, maggiore sicurezza alimentare, senza però perdere le proprietà organolettiche del pescato.
Sono questi i punti di forza delle lavorazioni sperimentate per creare prodotti ittici innovativi in grado di conquistare nuove fette di mercato e favorire l’export. …

» Comunicato stampa
» Leggi di più



MIPAAF: AL VIA RICORSO A CORTE GIUSTIZIA SU QUOTE SPADA

foto articolo Pesce Spada: la lotta sulla ripartizione delle quote prosegue Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali annuncia il ricorso effettuato dal Governo italiano alla Corte di Giustizia dell’Unione europea contro il Regolamento Ue n. 2017/1398 che ripartisce le quote di cattura del pesce spada in Mediterraneo tra gli Stati Membri, provvedimento considerato iniquo ed eccessivamente sfavorevole per la flotta nazionale.

» Scarica comunicato stampa



Ristorazione collettiva: quale futuro?

foto articolo ASUITS, parteciperà alla Conferenza Europea di Sanità Pubblica, che si terrà a Stoccolma dal 1 al 4 novembre, per presentare un progetto sul miglioramento della qualità alimentare e nutrizionale dei servizi di ristorazione collettiva nelle residenze per anziani.
Alla conferenza verranno illustrati i nuovi criteri da inserire nei contratti, tra questi da segnalare l’analisi periodica del contenuto di vitamine e antiossidanti presenti nei pasti serviti agli ospiti, la maggiore attenzione per ridurre i tempi di preparazione e per utilizzare attrezzature più efficienti in modo da limitare il più possibile la perdita di composti protettivi (vitamine e antiossidanti), i percorsi di formazione nutrizionale.
Il progetto applica nel concreto le raccomandazioni del Ministero della Salute (Accordo Stato Regioni del 24.11.16) ed ha visto l’interesse anche del Congresso mondiale di acquacoltura e pesca cinese.

» Vedi tutto il programma



SIRAM 2017

foto articolo Il VI Convegno Nazionale SIRAM: “La sostenibilità ambientale, economica e sociale nella molluschicoltura italiana” si terrà a S. Benedetto del Tronto, presso il Polo didattico dell’Università di Camerino, il 10 – 11 novembre 2017.
L’iscrizione al convegno dovrà essere effettuata inviando il modulo di iscrizione allegato all'indirizzo e-mail: siram@izsvenezie.it

» Leggi il programma
» Scarica modulo iscrizione



Molluschi bivalvi vivi dal Perù: ancora limitazioni

foto articolo La decisione UE 2017/1840 proroga fino al 30 novembre 2018 la sospensione delle importazioni dal Perù di determinati molluschi bivalvi vivi destinati al consumo umano, misura che fu adottata con decisione 2008/866/CE in seguito alla comparsa di un focolaio di epatite A negli esseri umani associato al consumo di molluschi bivalvi importati dal Perù, contaminati con il virus dell'epatite A.

» Scarica decisione



Pesca della vongola: autorizzazione entro le 0,3 miglia

foto articolo Pubblicato in gazzetta Ufficiale il DM del 26 settembre 2017 che autorizza in via sperimentale, a decorrere dalla data del presente decreto e limitatamente alle campagne di pesca annualità' 2017, 2018 e 2019, complessivi n. 18 pescherecci abilitati alla pesca dei molluschi bivalvi con draga idraulica, nell'ambito del Compartimento marittimo di Monfalcone, nonché' a n. 20 pescherecci abilitati alla pesca dei molluschi bivalvi con draga idraulica, nell'ambito dei Compartimenti marittimi di Venezia e Chioggia, ad esercitare l'attività di pesca della risorsa vongola (Chamelea gallina) entro l'area compresa tra le 0,3 miglia nautiche dalla costa e comunque non inferiore a 0,11 miglia.

» Scarica decreto



La sede dello stabilimento torna in etichetta…ma per chi?

foto articolo Pubblicato in Gazzetta Ufficiale, il 7 ottobre scorso, il D.Lgs. n° 145/2017, che ripristina in Italia l’obbligo di indicare sull'etichetta degli alimenti preimballati, la sede e l’indirizzo dello stabilimento di produzione o, se diverso, di confezionamento.
Il Reg. UE 1169/2011, vieta ai Singoli Stati membri la richiesta di informazioni obbligatorie ulteriori rispetto a quelle stabilite dal regolamento salva autorizzazione UE...

» Leggi



A BREVE IL NUOVO DECRETO SULLE DENOMINAZIONI SPECIE ITTICHE: COSA CAMBIA?

foto articolo Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che è stato firmato il decreto che stabilisce la denominazione delle specie ittiche di interesse commerciale, adempiendo agli obblighi unionali previsti dall’art. 37 “Denominazione commerciale” del Reg.(UE) n. 1379/2013.
Viene abrogato così il decreto ministeriale del 31 gennaio 2008, contenente l’elenco delle denominazioni provvisorie in lingua delle specie ittiche di interesse commerciale.
“In due anni di lavoro – dichiara il Sottosegretario Giuseppe Castiglione, con delega alla pesca – sono state riesaminate le denominazioni di oltre un migliaio di specie ittiche con l’intento di costituire un elenco epurato sia dai refusi relativi alla denominazione scientifica e commerciale di alcune specie sia dai nomi scientifici obsoleti” (fonte MIPAAF).
Eurofishmarket, ha chiesto alcune anticipazioni ad uno dei membri del Gruppo di Lavoro sulle denominazioni.

» Leggi l’intervista e l’articolo completo



FOOD…FISH&BOOK

foto articolo Dal 13 al 16 ottobre 2017, a Montecatini Terme, in Toscana, si terrà la quinta edizione del festival “Food&Book, la cultura del cibo, il cibo nella cultura”, con protagonisti noti scrittori e tecnici del settore che nei loro romanzi raccontano il cibo e chef che lo esaltano nelle loro ricette e spesso in libri di successo.
Alle ore 10.00 del 15/10, in Sala Nencini, si terrà il corso di aggiornamento professionale per i giornalisti e V. Tepedino, direttrice di Eurofishmarket, parlerà di: “Le allerte nel settore ittico"...

» Vai al sito dell’evento



Tonno: ancora trattamenti illegali, la UE indirizza i controlli

foto articolo Il Ministero della Salute con nota n° 0035856 del 08/09/2017 “Tonno – trattamenti illegali e sindrome sgombroide” dirama la segnalazione da parte dell’Unione Europea di un ulteriore aumento dei casi di istaminosi per consumo di tonno fresco riconducibili a pratiche fraudolente di uso di tonno congelato in deroga (destinato all’industria conserviera e quindi da destinarsi esclusivamente alla sterilizzazione) per la commercializzazione come fresco previo trattamento con additivi non consentiti.
Vengono dunque indirizzati i controlli, oltre agli accertamenti analitici, sulla rintracciabilità allo scopo di risalire al tipo di materia prima o alla nave riconosciuta che ha effettuato la pesca, la nota fornisce anche un elenco di tali navi.

» Scarica nota



Pesca e sanzioni: modalità di sospensione dell’esercizio commerciale

foto articolo Il D.M. 20 luglio 2017 “Modalità attuative relative alle attività di controllo e sanzioni in materia di pesca marittima” definisce le modalità, i termini e le procedure per l’applicazione della sanzione della sospensione dell’esercizio commerciale.

» Scarica decreto



MyWebCatering: una risposta al settore ittico dedicata all’HoReCa

foto articolo Di recente, le società Eurofishmarket srl e 2MEG srl, hanno stretto un rapporto di collaborazione per la promozione e la diffusione, all'interno del circuito del settore ittico, di un nuovo e pratico portale web utile a far incontrare le imprese fornitrici e quelle acquirenti del Food&Beverage, grazie ad un sistema digitalizzato di offerta e approvvigionamento rivolto esclusivamente ad utenti con P. Iva del settore HoReCa.
Il portale in questione si chiama MyWebCatering ed i ristoratori acquirenti potranno accedere agevolmente al ventaglio di fornitori grazie ad un sistema di geolocalizzazione e ai listini digitali completi di ogni informazione, caratteristiche, foto, schede tecniche fino al minimo ordinabile.
Potranno generare un ordine e il fornitore riceverà una mail contestualmente alla notifica account.
Una rivoluzione nel sistema Horeca che dà la possibilità di fare la spesa in modo semplice e veloce.
Eurofishmarket, invita tutte le aziende del settore ittico a cogliere questa interessante opportunità iscrivendosi nella piattaforma suddetta in modo da avere una vetrina virtuale sempre attiva ed arrivare in modo ancora più diretto a nuovi ma anche assodati clienti del settore HoReCa.
L’inserimento nella piattaforma è gratuito e funziona come tutti i siti on line di acquisto.
Scriveteci ad: info@eurofishmarket.it per saperne di più e leggete l’intervista che abbiamo rivolto ai soci fondatori della piattaforma.

» Leggi l’intervista ai fondatori di MyWebCatering
» Come diventare partner di MyWebCatering



“Alimenta la salute 2.0”

foto articolo A Trieste, il prossimo 12 e 19 ottobre 2017, presso l'Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste (ASUITS), Dipartimento di Prevenzione, Struttura Complessa Igiene Alimenti e Nutrizione via de Ralli 3, si terrà il corso “Alimenta la salute 2.0”.
Il corso vuole in primo luogo contribuire a rispondere ai quesiti posti nel documento pubblicato dal Centro Unico di Ricerca della Commissione Europea dal titolo: Come la scienza può supportare i decisori nell'affrontare le sfide nutrizionali dell'Europa?

» Continua a leggere…



Expo Blue Sea Land 2017

foto articolo E’ iniziata il 28 settembre la manifestazione che si svolgerà fino al 1 ottobre organizzata da diversi enti in collaborazione con la Regione Siciliana, Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, l’ICE, e con il patrocinio del Comune di Mazara del Vallo ed in partnership con Rotary International, Banco Alimentare e Tuttofood.
Il tema della VI edizione di Blue Sea Land è: “Green e Blue Economy: i Distretti Produttivi nell'Economia Circolare”.
All’Expo si terranno delle sessioni di incontri B2B con i buyers provenienti dagli oltre 50 Paesi partecipanti alla manifestazione.
I visitatori potranno partecipare a incontri scientifici, dibattiti promossi da Enti, Istituzioni ed Organizzazioni, grandi eventi e spettacoli interculturali con musiche e danzatori mediterranei ed africani che animeranno il dedalo di vicoli dell’antica casbah mazarese lungo il quale allestito l’Expo Blue Sea Land.
Ad aprire la sessione blue workshop nella mattina di ieri si è tenuto il convegno “Gli strumenti dell’Internazionalizzazione e della Cooperazione Roadshow” moderato dalla dott.ssa Maria Grazia Stimolo, Dirigente Generale della Regione Siciliana, che nel suo discorso di introduzione ha sottolineato l’importanza, soprattutto per i giovani imprenditori, di conoscere alcune realtà del settore creditizio, pubblico e privato, e bancario, le forme di credito e gli strumenti messi a disposizione dalla Regione per sviluppare la propria attività.

» Vai al sito per visionare tutto il programma



Torna a crescere la spesa per alimentari, al traino di pesce e birra

foto articolo Secondo i dati Ismea, dopo cinque anni di contrazione, la spesa delle famiglie è salita del 2,5% nel primo semestre dell’anno.
Torna a crescere la spesa per alimentari, al traino di pesce e birra.
Gli italiani hanno rinunciato a parte delle cure mediche e hanno iniziato a mettere i prodotti nel carrello con molta più attenzione, rincorrendo le offerte e magari prediligendo i discount alla distribuzione tradizionale.
Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, la spesa è stata superiore mediamente per tutte le categorie merceologiche: le vendite di prodotti ittici sono aumentate del +7,4% per i prodotti freschi e del +4,2% per i prodotti trasformati (Fonte GDONews)

» Leggi la notizia completa
» Guarda grafico di GDONews



Testo unificato dà forza al comparto

foto articolo Il Testo unificato sulla pesca dà forza al comparto offrendo soluzioni per semplificare e ammodernare la filiera ittica italiana, per una pesca 4.0.
Prende così corpo uno strumento in grado di mettere ordine ad un sistema normativo articolato e di gettare le basi per favorire la crescita e la competitività del settore, anche in attività connesse come ittiturismo e pescaturismo, grazie al Fondo per lo sviluppo della filiera (Fonte Federcoopesca).

» Leggi tutta la news



Controlli e sanzioni della Capitaneria di Porto nel 2016: tutti i dati

foto articolo Pubblicato il rapporto dei dati pesca relativo ai controlli effettuati dalla Guardia Costiera nel 2016.
Su circa 122.000 controlli, sono state elevate circa 5000 sanzioni amministrative, 743 penali per un importo pari a circa 8 milioni di euro e circa 800.000 Kg di merce sequestrata.
Quasi 5000 i controlli effettuati nei ristoranti e 2000 quelli nella GDO.
Tra le principali violazioni quelle relative ad etichettatura e tracciabilità (1967) seguite da quelle nella pesca ricreativa (640) ed igienico-sanitarie (534).

» Leggi il rapporto completo



Allergeni: ecco le Linea guida della Commissione Europea

foto articolo Con Comunicazione del 13.7.2017, la Commissione Europea, ha fornito Linea guida riguardanti la fornitura di informazioni su sostanze o prodotti che provocano allergie o intolleranze figuranti nell'allegato II del regolamento (UE) n. 1169/2011 relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori.
Tale documento è volto a supportare le imprese e le autorità nazionali nell'applicazione delle nuove...

» Continua a leggere
» Scarica Linee Guida



L’osservatorio freschissimi ed i prodotti ittici

foto articolo Il 20 settembre dalle ore 10 alle ore 13 presso la Sala Classica della Camera di Commercio di Bologna si terrà il Focus l’ “Osservatorio dei Freschissimi 2017” realizzato da Forward/Future Mark e Sata che daranno una lettura approfondita ai Freschissimi.
Moderatore dell’evento Ugo Gaetano Stella, giornalista, esperto di marketing e retail.
Tra i relatori presenti GS1 con Emanuela Casalini, Eurofishmarket con Valentina Tepedino, Consorzio Italia Zootecnica con Giuliano Marchesin e Nicola Colabella di Future Mark.
La partecipazione è gratuita

» Iscriviti subito
» Scarica locandina evento



Made in Italy. E se la materia prima non è italiana?

foto articolo Quali sono i requisiti per poter dichiarare che un prodotto è Made in Italy?
Ed è possibile dichiararlo se il processo di fabbricazione è avvenuto in Italia ma l'origine della materia prima è differente o va specificata questa circostanza?
L'avvocato Dongo chiarisce i presupposti per l'utilizzo di questo claim.

» Leggi



Geo & Fish

foto articolo La trasmissione "Geo" riprende lunedì 11 settembre, dopo la pausa estiva, su RAI 3 ed affronta anche il tema delle conserve ittiche tra sicurezza alimentare, valore nutrizionale e sensoriale con esperti per i vari aspetti trattati.
Tra gli ospiti anche V. Tepedino direttrice di Eurofishmarket e responsabile del gruppo di lavoro sui prodotti ittici del SIMeVeP.

» Per seguire la puntata



PIANO TRIENNALE DELLA PESCA ED ACQUACOLTURA

foto articolo Il Decreto Direttoriale n.17271 del 3 agosto 2017 invita a presentare manifestazioni di interesse per la realizzazione delle iniziative nell'ambito del Programma nazionale triennale della pesca e dell’acquacoltura 2017/2019 pubblicato in allegato.

» Scarica decreto
» Scarica piano triennale



PESCA NELLA FOSSA DI POMO: MODALITA’ ATTUATIVE

foto articolo Emanato il Decreto Direttoriale 21 luglio 2017 recante "Modalità attuative per la pesca nella Fossa di Pomo" che abroga e sostituisce il D.D. del 7 dicembre 2016 e contenente le modalità di istanza e requisiti per l’autorizzazione speciale alla pesca in tale zona, nonché le condizioni di rilascio, modalità e rinnovo della stessa.

» Scarica decreto



COMUNICATO STAMPA MIPAAF, PESCA: NUOVE MISURE PER PICCOLI PELAGICI

foto articolo Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che è stato firmato il decreto che stabilisce le misure per la pesca dei piccoli pelagici nel Mar Mediterraneo e le misure specifiche per il Mare Adriatico.
“La pesca di acciughe e sardine costituisce un’importante risorsa per il settore ittico italiano - dichiara il Sottosegretario Giuseppe Castiglione - e il nostro obiettivo è tutelarla sotto il profilo biologico, della metodologia di cattura e della qualità del prodotto. Si dà così attuazione a un quadro di obblighi e procedure che scaturiscono dalla normativa dell’Unione europea e internazionale, in particolare alla più recente Raccomandazione della General Fisheries Commission for the Mediterranean con l’obiettivo di aggiornare e modificare la vigente disciplina in materia di cattura dei piccoli pelagici nel Mar Mediterraneo, con misure specifiche per il Mare Adriatico.”
“Le misure introdotte con questo decreto – conclude Castiglione – mirano esattamente a questo duplice obiettivo: riconoscere le flotte che tradizionalmente effettuano questo tipo di pesca e definire precise regole che tutelino le aree marittime più sensibili nonché i periodi di riproduzione di acciughe e sardine.”

» Vedi anche



“SANA” come un pesce…

foto articolo Al SANA, a Bologna Venerdì 8 settembre alle ore 15:30, si terrà il seminario “Ristorazione collettiva sostenibile: oltre al bio nel piatto”; la qualità del cibo e la riduzione degli sprechi energetici ed alimentari.
V. Tepedino di Eurofishmarket, sarà presente tra i relatori per portare alcune esperienze di successo in merito al tema in oggetto per quanto riguarda i prodotti ittici.
In particolare sarà fatto un focus sui progetti realizzati da Albert nella ristorazione collettiva scolastica ed ospedaliera.

» Vai al sito
» Vedi locandina



I freschissimi in numeri: l’osservatorio dei freschissimi

foto articolo C’è chi lo sta ridisegnando,chi ampliando la propria offerta, chi gli dà un posto d’onore,chi lo rende “stile mercato” anche se è dentro un supermercato e c’è chi punta solo su lui (gli stranieri): stiamo parlando del vasto, variegato e ricco mondo dei FRESCHISSIMI.
E poi c’è un grande pubblico che lo ama, chi lo vuole Bio, chi solo Made in Italy, chi d’allevamento, chi lo associa al “benessere”, chi a KM 0, chi invece consegnato direttamente a casa e ordinato online.
Eppure in questo immenso mondo manca qualcosa: un Osservatorio dei Freschissimi. Nasce quindi la necessità di mettere chiarezza perché “Fino ad ora non c’è stata la possibilità di fare un confronto diretto” affermano Forward e Future Mark, gli organizzatori dell’evento del 20 settembre 2017 a Bologna.
L’appuntamento con l’ “Osservatorio Freschissimi” sarà il 20 settembre 2017 presso CTC Camera di Commercio Bologna. Tra gli ospiti anche Eurofishmarket.

» Leggi comunicato stampa
» Leggi anche



Tonno alalunga: ecco le imbarcazioni autorizzate

foto articolo Pubblicato il Decreto direttoriale n° 0017110 del 31-07-2017 che istituisce l'elenco delle imbarcazioni autorizzate alla pesca "bersaglio" del tonno alalunga con i sistemi e/o attrezzi "palangaro" e/o "circuizione".

» Scarica decreto



Mangimi da insetti: ancora dettagli applicativi

foto articolo Dopo la nota del Ministero della Salute n° 11399 del 5 maggio scorso che anticipava gli elementi della nuova disciplina, emanata poi con Reg. UE 2017/893 (che rende possibile dal 1° luglio 2017 l’impiego di proteine trasformate derivate dagli insetti per la produzione dei mangimi destinati ai pesci d'allevamento), è stata diramata anche la nota del Ministero della Salute n°17551 del 27 luglio in cui si fa il punto sulle principali condizioni stabilite dal Regolamento UE.

» Scarica note e regolamento
» Leggi anche



MOCA: scadenza comunicazione stabilimenti

foto articolo Diramata la Nota del Ministero della Salute n° 29569 del 17-07-2017 che ricorda la scadenza del termine, il 31 luglio 2017, per la comunicazione obbligatoria all'autorità sanitaria territorialmente competente delle informazioni richieste agli operatori economici del settore dei materiali ed oggetti destinati a venire a contatto con gli alimenti, in particolare tali operatori devono comunicare gli stabilimenti che eseguono le attività di cui al Reg. CE 2023/2006 (ad· eccezione degli stabilimenti in cui si svolge esclusivamente l'attività di distribuzione al consumatore finale.

» Scarica nota



Tutte le date dei periodi Fermo Pesca nazionali per il 2017

foto articolo Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che è stato firmato il decreto sull'arresto temporaneo dell’attività di pesca delle unità autorizzate con il sistema a strascico per l’anno 2017.
Per i marittimi imbarcati sulle unità che eseguono l’interruzione temporanea è prevista l’attivazione della misura sociale straordinaria che dispone il riconoscimento di un'indennità giornaliera in caso di sospensione dal lavoro derivante da misure di arresto temporaneo.
"Tra le novità rilevanti rispetto agli scorsi anni – commenta il Sottosegretario con delega alla pesca Giuseppe Castiglione – c’è la divisione dell’areale Ionico-Tirreno e la disposizione di un fermo differenziato per caratteristiche delle imbarcazioni dell’areale compreso tra Manfredonia e Bari.
Inoltre – prosegue il Sottosegretario - sono state accolte le richieste delle imprese che operano nel basso Adriatico, dove operano flotte pescherecce abilitate allo strascico con caratteristiche tecniche differenti tra loro e quelle arrivate dalle imprese liguri e toscane, per le quali viene disposta l’interruzione temporanea obbligatoria nel mese di ottobre.”

Scarica decreto

» Leggi tutte le date
» Leggi anche



OITA LANCIA QUATTRO NUOVI TAVOLI DI LAVORO

foto articolo Allestimenti e allestitori per il trasporto a temperatura controllata, censimento degli ATP, “bollino blu” volontario per il corretto trasporto del fresco-freschissimo e ottimizzazione del trasporto intermodale del fresco e freschissimo.
Sono questi gli ambiti di studio e di azione dei quattro nuovi tavoli di lavoro lanciati da OITA (l’ Osservatorio Interdisciplinare del Trasporto Alimenti).
L’annuncio è stato dato nel corso della riunione annuale del Comitato Tecnico-Scientifico di OITA, tenutasi lo scorso 20 giugno a Roma.

» Leggi comunicato stampa



Pesce fresco o congelato nel menu dei ristoranti

foto articolo Questione spinosa questa. Invitiamo tutti i ristoratori a leggere con attenzione la recente sentenza, sotto allegata, che ha condannato un ristoratore per non avere dichiarato nel menu che proponeva prodotti ittici congelati .
A nostro parere sarebbe opportuno un incontro tra le Associazioni di Categoria ed il Ministero della Salute al fine di "dialogare" meglio in merito alla detenzione di prodotti ittici congelati nei ristoranti.
Va premesso che la nostra discussione non è in merito ad una maggiore o minore qualità del prodotto ittico fresco rispetto al congelato e viceversa. Abbiamo scritto infatti molti articoli sull'argomento che parlano delle caratteristiche delle suddette tipologie. Inoltre, ci teniamo a specificare che non vogliamo neppure entrare nel merito della specifica sentenza da noi citata poiché, se il ristoratore acquistava esclusivamente prodotto ittico congelato e lo somministrava come “fresco”, non è questo l’oggetto della nostra discussione.
La nostra attenzione è mirata ad evidenziare particolari usi e consuetudini diffusi tra i ristoratori nella gestione dei prodotti ittici che, alla luce di questa sentenza ed in realtà in base alla norma attuale e vigente in materia, dovrebbero essere rivisti. Infatti, molti ristoratori, anche stellati, acquistano pesce freschissimo 2 volte la settimana, lo lavorano in filetti e lo "abbattono" al fine di conservarlo al meglio per i 2-3 giorni successivi e questo è verificabile dai documenti di acquisto. Sono ristoratori che dunque investono molti soldi per l'acquisto del pesce fresco e per la sua lavorazione e vogliono garantire il massimo al loro cliente al quale somministreranno un prodotto che hanno avuto modo di verificare di persona.
La loro scelta non è dunque mirata a "frodare" il consumatore ma ad assicurargli un prodotto migliore considerando che oggi, in generale, è difficile per un ristoratore prevedere i clienti della settimana considerando che la prenotazione è sempre più incerta e rara. Poi ci sono ristoratori che per motivi di tempo o motivi economici preferiscono acquistare direttamente prodotto surgelato/congelato e tenerne scorta nei propri locali.
Secondo noi andrebbero fatte considerazioni diverse su queste due differenti modalità di proposta del prodotto ittico "congelato". La soluzione per la grande parte della ristorazione sarebbe altrimenti quella di acquistare solo pesce già congelato onde evitare grandi sprechi o minore offerta di prodotto. Dunque speriamo che le Associazioni di Ristoratori, se condividono le nostre riflessioni, si attivino al fine di aprire con i dovuti Enti istituzionali di riferimento un dialogo in merito.
Eurofishmarket, si rende disponibile a rappresentare ed affiancare le Associazioni ed i singoli cuochi su questo tema andando a creare un tavolo di discussione.

» Leggi sentenza



Eurofishmarket e Banco Alimentare: in rete per recuperare prodotti ittici

foto articolo Siglato protocollo di intesa tra Banco Alimentare ed Eurofishmarket per la lotta allo spreco alimentare.
Dopo la firma del protocollo di intesa recentemente sottoscritto tra SiMeVep - Sindacato dei Medici Veterinari e Banco Alimentare, Eurofishmarket, leader nei servizi di consulenza e formazione nel settore ittico, che opera su tutto il territorio nazionale, ha deciso di agire concretamente contro lo spreco di prodotti ittici recuperabili a favore di chi è povero fornendo un supporto professionale a Banco Alimentare.
“Un accordo molto importante quello concluso con Eurofishmarket – afferma il dg di Banco Alimentare Giuseppe Parma –per noi che da 28 anni ci dedichiamo al recupero degli alimenti non deperibili, deperibili, freschi e freschissimi non più commercializzabili ma ancora buoni per il consumo umano e ne facciamo dono a chi, sul territorio italiano, aiuta le persone più in difficoltà”.
Parliamo di pesce: un prodotto alimentare delicato ma prezioso dal punto di vista nutrizionale, ricco di proteine nobili altamente digeribili. E’ soprattutto per il buon esito del recupero di alimenti così particolari che la formazione assume un ruolo fondamentale.

» Leggi tutto
» Vai al sito



Il prodotto ittico allevato è da “salutare” o è “salutare”?

foto articolo Pochi giorni fa, è stato pubblicato un articolo dal titolo -Ecco i cibi “salutari” che non dovreste mai assumere- sul sito meteoweb.eu.
Nell’articolo, vengono invitati i lettori a non assumere mai pesce di allevamento considerato non “salutare” dall’autrice che afferma che “mangiare pesce di allevamento corrisponde a mangiare una quantità pari di pancetta”.
Eurofishmarket, commenta l’articolo vista la gravità dell’affermazione da noi evidenziata e citata come introduzione dello stesso.

Leggi tutto l’articolo

» Vai all’articolo su Meteoweb
» Leggi articolo del Food Research International











Errori di Stampa

Eurofishmarket segnala errori o sviste dei media rintracciate in programmi Tv, giornali, ecc.


Tonno Rosso: vietate catture accessorie
Solo parzialmente vera l’affermazione per cui “a rigor di legge, il tonno che incappi anche solo incidentalmente in una rete non può essere rigettato in mare, né tantomeno portato a terra”: per quanto riguarda il tonno pescato vivo e rigettato in mare non vi è alcuna sanzione in base al paragrafo 32 della raccomandazione ICCAT n. 12-03.

»Leggi l'articolo

30/07/2013
Altroconsumo rileva i prezzi dei prodotti ittici ma occhio all'etichetta!
Nell'articolo pubblicato da Altroconsumo sul loro sito web "Pesce Fresco dove conviene" viene fatta una indagine di mercato sui costi dei prodotti ittici freschi in Italia con la classifica dei luoghi più o meno cari. Inoltre vengono dati dei suggerimenti su come "capire l'etichetta".
Eurofishmarket segnala alcune precisazioni utili a verificare se l'etichetta è conforme o meno poiché nell'articolo sono state, a nostro parere, descritte in modo un po’ confuso.
L'articolo in questione vuole riassumere "le indicazioni che devono esserci in etichetta o sui cartellini del pesce venduto sfuso e confezionato" ma va precisata la distinzione tra i prodotti venduti sfusi oppure a libero servizio (i cd. Preincartati) che devono riportare le indicazioni obbligatorie previste dall'art. 16 del D.Lgs. 109/92 ed i prodotti venduti preconfezionati che invece devono riportare tutte le informazioni previste dall'art. 3 del D.Lgs. 109/92.
Inoltre non è stata specificata una distinzione fondamentale: denominazione commerciale, denominazione scientifica (che non è più facoltativa dall'entrata in vigore dell' rt. 58 par. 5 Reg. 1224/09, però può essere fornita tramite cartelloni pubblicitari o poster), metodo di produzione e zona di cattura, sono richieste solo per i prodotti rientranti nel capitolo 3 della nomenclatura combinata, non anche per quelli di cui al capitolo 16 della stessa ovvero preparazioni e conserve.
Ora che sapete dove costa di più o di meno e sapete leggere l'etichetta...buona spesa....

17/07/2013
Tonno rosso o tonno colorato?
Eurofishmarket si è occupata ed ha segnalato già nel 2004 la questione del tonno “colorato”, problematica riguardante principalmente il Thunnus albacares (tonno a pinne gialle), che può essere trattato con monossido di carbonio (CO) per dare alle sue carni il colore rosso, molto apprezzate dal consumatore. L’utilizzo di CO non comporta rischi per la salute del consumatore, ma sotto a un bel colore potrebbe nascondersi un pesce non più fresco.
Per approfondimenti:
Scarica l’articolo da Eurofishmarket 1/2004
Intervista a Valentina Tepedino

»Altri approfondimenti

15/02/2011
Tonno o informazione scadente?
Sul Secolo XIX viene segnalato il sequestro di 6 ton di conserve di tonno dichiarato come scadente poiché non contenente tonno rosso ma tonno a pinne gialle e/o obeso. Un Regolamento UE consente nelle conserve...Scarica il pdf
Ulteriore errore segnalatoci in merito all’articolo pubblicato: l’oggetto del sequestro non erano conserve di tonno bensì confezioni di tonno surgelate. A tale proposito Eurofishmarket sta per pubblicare una interessante indagine di mercato che comprende l’analisi legale della denominazione di vendita dei principali prodotti a marca e di marca surgelati in commercio. Volete saperne di più? Scrivete ainfo@eurofishmarket.it

»Leggi l'articolo

12/09/2011
Non facciamo di tutto il crudo un fascio!
Il Resto del Carlino del 6 settembre 2012 afferma che il cosiddetto Decreto Balduzzi vieterebbe la somministrazione del latte e del pesce crudo nelle mense, mentre il divieto è vero nel primo caso ma non nel secondo: il pesce crudo non è vietato se somministrato previo trattamento di bonifica preventiva già vigente da anni. Il decreto innova invece obbligando chi vende pesci e molluschi cefalopodi freschi, anche di acqua dolce, sfusi e preimballati a dare informazioni sulle corrette condizioni di impiego attraverso un cartello visibile.

»Leggi l'articolo
»Leggi il Decreto Balduzzi

06/09/2012
Attenzione: ci che vale per la carne non vale per il pesce!
L1articolo di Giorgio Costa su Il sole 24 ore “Pagamenti pi rapidi ai produttori agricoli ” riporta che “il surgelamento è sicuramente «un trattamento atto ad allungare i tempi di durabilità» oltre i 60 giorni ma ciò che dovrebbe valere per le verdure non riguarda le carni e il pesce che restano, anche in caso di surgelamento, "deteriorabili" prevalendo le caratteristiche organolettiche sul tipo di trattamento.” Ma si tratta di un’errata interpretazione della lettera c) del comma 4 dell’art. 62 del D.L. 24 gennaio 2012 n.1 convertito, con modificazioni, in L. 24 marzo 2012, n. 27:
4. Per «prodotti alimentari deteriorabili» si intendono i prodotti che rientrano in una delle seguenti categorie:
a) prodotti agricoli, ittici e alimentari preconfezionati che riportano una data di scadenza o un termine minimo di conservazione non superiore a sessanta giorni;
b) prodotti agricoli, ittici e alimentari sfusi, comprese erbe e piante aromatiche, anche se posti in involucro protettivo o refrigerati, non sottoposti a trattamenti atti a prolungare la durabilita degli stessi per un periodo superiore a sessanta giorni;
c) prodotti a base di carne che presentino le seguenti caratteristiche fisico-chimiche: aW superiore a 0,95 e pH superiore a 5,2 oppure aW superiore a 0,91 oppure pH uguale o superiore a 4,5;
d) tutti i tipi di latte.

Come è evidente la lettera in questione riguarda solo la carne e non anche il pesce a cui si riferiscono solo le lettere a) e b)!
Per sapere i dettagli leggi il commento di Eurofishmarket

»Leggi il commento di Eurofishmarket

25/10/2012
fishbook on apple store fishbook on android app store